« Torna agli articoli C.C.Saturnia al primo posto nella classifica nazionale

13 Dicembre 2015 | Martina Orzan

Si sono svolte nella serata di sabato 12 dicembre, al termine della prima giornata della conferenza nazionale allenatori, le premiazioni della Federazione Italiana Canottaggio per l’anno 2015.

Il presidente Giuseppe Abbagnale ha consegnato a Gianni Verrone, presidente del Circolo Canottieri Saturnia , la Coppa Montù per la vittoria della classifica nazionale agonistica over 14.

Il Presidente Verrone , nel ricevere l’ambitissimo trofeo, ha evidenziato come un risultato così prestigioso sia frutto di un percorso sportivo alimentato da una base sociale numerosa e partecipativa, dalla collaborazione delle famiglie degli atleti e da un gruppo di atleti ben motivato e integrato dai giovani del vivaio curato da Stefano Gioia. Il Presidente ha poi chiamato accanto a sé il capo allenatore Spartaco Barbo ed il Direttore Sportivo Martina Orzan.

Nel corso della serata è stato premiato Stefano Gioia , tecnico responsabile della squadra Under 14 del Saturnia, insignito del Premio Azelio Mondini alla carriera.

Da “IL PICCOLO” di giovedì 10 dicembre

Il Circolo Canottieri Saturnia è la prima società in Italia. Una stagione di altissimo livello quella del club di viale Miramare, la migliore in assoluto di sempre, che lo consacra come il migliore sul territorio nazionale, e le classifiche pubblicate in questi giorni dalla Federcanottaggio ne sono la riprova: primo posto nella Coppa Montù che raggruppa l’attività regionale, nazionale ed internazionale di ragazzi, junior e senior, il secondo nel Trofeo d’Aloja, dedicato agli under 14, il primo nella Coppa Italia di Fondo e nella Classifica Generale portano il Saturnia al vertice del remo italiano.

«La vittoria della classifica agonistica – commenta l’head coach Spartaco Barbo (ct anche della nazionale under 23) – arriva dopo oltre 10 anni di lavoro e di un metodo che ci ha portato a essere una delle migliori squadre agonistiche in Italia. Un traguardo raggiunto grazie alla grande passione di atleti, dirigenti e di tutti i tecnici, e ci tengo a sottolineare il fatto che tutti gli atleti del Saturnia sono studenti a vari livelli che conciliano gli impegni sportivi di alto profilo con un ottimo percorso di studi».

Un successo costruito da gennaio a novembre con passaggi nazionali e internazionali nei quali il club biancoblù è stato sempre protagonista portando 11 atleti a vestire l’azzurro. Due titoli mondiali all’Europeo under 23 in Bulgaria (Mansutti e Natali sul 4 con e Sfiligoi sul 4 senza pesi leggeri), un argento alle Universiadi in Corea (con il 2 senza societario di Ustolin e Ferrarese) e uno ai Mondiali per Club di Coastal Rowing in Perù (nel 4 di coppia con timoniere con Mansutti, Ferrarese, Tedesco, Brezzi Villi e Gioia), un bronzo in Coppa del Mondo a Varese (Sfiligoi nel 2 senza pesi leggeri), uno alle Universiadi (Parma nel 4 senza pesi leggeri) e due ai Mediterranean Games di Pescara (con Waiglein nel 4 di coppia femminile e Ferrarese e Gioia in quello maschile), a cui si aggiungono 17 titoli italiani, distribuiti in tutte le categorie, sono i fantastici risultati nella stagione remiera appena conclusa.

«Il 2015 è stato un anno eccezionale e molto emozionante» commenta la ds Martina Orzan (finalista olimpionica ad Atlanta ’96 e membro del Woman Development Program della Federazione Internazionale). «Il primo posto in Coppa Montù, rappresenta un traguardo eccezionale, ed è il risultato del lavoro, delle capacità e dell’entusiasmo del nostro tecnico Spartaco Barbo, a cui si aggiunge il secondo posto nella classifica italiana giovanile della squadra Under 14 allenata da Stefano Gioia (dt anche della squadra regionale)».

Agli importanti risultati in maglia azzurra si affiancano i 17 titoli italiani: nel 4 di coppia ragazze (Gioia, Matijacich, Brassi, Visintin), 4 senza ragazzi (Colognatti, Pierazzi, Quartana, De Rogatis), 4 con under 23 (Brezzi Villi, Flego, Dichich, Mansutti, tim. Clagnaz), 4 senza under 23 pesi leggeri (Forcellini, Parma, Sfiligoi, Prelazzi), 4 di coppia pesi leggeri assoluti (Duchich, Sfiligoi, Parma, Tedesco), 4 yole junior (Accatino, Bonaccorsi, Flego, Prelazzi, tim. Natali), gig a 4 ragazze (Matijacich, Prelazzi, Visintin, Gioia, tim. Salci), gig a 4 ragazzi (Colognatti, De Rogatis, Pierazzi, Quartana, tim. Natali), 4 yole senior (Brezzi Villi, Ferrarese, Mansutti, Tedesco, tim. Gioia), campioni italiani di società in 4 senza (Accatino, Ghezzo, Duchich, Prelazzi); campioni italiani di fondo: doppio ragazzi (De Rogatis, Quartana), 4 senza senior (Tedesco, Ferrarese, Mansutti, Sfiligoi), 2 senza senior (Ferrarese, Parma), 2 senza under 23 (Brezzi Villi, Duchich), 2 senza pesi leggeri (Sfiligoi, Tedesco), singolo femminile coastal rowing (Waiglein), indoor under 23 pesi leggeri (Sfiligoi).

«Nel 2015 siamo riusciti a migliorare i risultati già eccellenti degli scorsi anni – commenta il presidente del sodalizio triestino Gianni Verrone -: scrivere il nome del C.C. Saturnia nell’albo d’oro della Federazione Italiana Canottaggio è motivo di immensa soddisfazione».

+Copia link