Archivio Autore - Gianni Verrone

MONDIALI COASTAL ROWING 19 Settembre 2015 - Gianni Verrone SALI IN BARCA CON NOI !!!Mercoledì 23 settembre 2015 dalle ore 17.00 da "ZENZERO e CANNELLA" in Campo San Giacomo a Trieste, ci sarà un Buffet/Aperitivo volto alla raccolta delle risorse necessarie ad organizzare la partecipazione nel mese di novembre ai Mondiali di Coastal Rowing 2015 a Lima in Perù degli atleti del Circolo Canottieri Saturnia già 2 volte Campioni del Mondo. Acquistando un buono del valore simbolico di 10 € avrai modo di sostenere in modo significativo i nostri CAMPIONI !!!!Vi aspetto numerosissimi!!! Leggi tutto Condividi
+Copia link
Campioni d’Italia 19 Settembre 2015 - Gianni Verrone Campionati Assoluti 2015- Ravenna Federico Parma, Federico Duchich, Lorenzo Tedesco e Piero Tedesco Campioni d' Italia di canottaggio nel 4 di Coppia pesi leggeri assoluto.Medaglia d'argento nel quattro con senior assoluto per Alessandro Mansutti - Simone Ferrarese- Enrico Flego - Nicholas Brezzi Villi- timoniere Alberto NataliMedaglia d'argento nell'otto senior assoluto per Piero Sfiligoi-Alessandro Mansutti - Simone Ferrarese- Nicholas Brezzi Villi- Lorenzo Tedesco- Federico Duchich - Federico Parma - Michele Michele Grezzo- timoniere Alberto NataliMedaglia di bronzo nel quattro con juniores per Enrico Flego - Tiziano Prelazzi - Pierluigi De Rogatis - Martin Accatino - Alberto Natali timoniere.Complimenti ragazzi!!!!!!! Leggi tutto Condividi
+Copia link
Bel lavoro coach Giuliani 04 Maggio 2014 - Gianni Verrone Dopo 25 anni il Basket Femminile triestino ritorna in serie A1, alla guida della squadra Coach Nevio Giuliani da anni socio del C.C. Saturnia, i ns. migliori complimenti alla Società Ginnastica Triestina, alle prodigiose ragazze della squadra ed al "nostro" Nevio. Bel lavoro Coach ed un grosso in bocca al lupo per il tuo prossimo futuro da parte di tutto il Saturnia. Leggi tutto Condividi
+Copia link
2 Atleti del Saturnia alle Universiadi 23 Giugno 2013 - Gianni Verrone Simone Ferrarese e Lorenzo Tedesco sono stati convocati in Nazionale per partecipare alle Universiadi che si svolgeranno in Russia a Kazan nel prossimo mese di luglio. Un importante riconoscimento al valore dei nostri Atleti, complimenti ragazzi ed in bocca al lupo. Leggi tutto Condividi
+Copia link
Campionati Italiani Ragazzi e Under 23 09 Giugno 2013 - Gianni Verrone Da Varese : Martina Orzan CAMPIONATI ITALIANI UNDER 23 E RAGAZZI VARESE – 8-9 giugno 2013 Si sono svolti sul lago di Varese i campionati italiani per le categorie Under 23 e Ragazzi. Il C.C. Saturnia si è presentato alla manifestazione portando anche equipaggi giovanissimi. Nella categoria ragazzi si aggiudicano la medaglia di bronzo il due senza maschile di Michele Zollia ed Enrico Flego: gara tiratissima la loro. I primi 1500 metri sono stati dominati dai colori biancoblu del Saturnia e che, dopo uno spettacolare serrate finale, hanno visto sulla linea del traguardo 3 imbarcazioni quasi sulla stessa linea, con il 3° posto per i triestini dietro a Esperia Torino e Cus Ferrara. Nella categoria ragazzi femminile Giovanna Piccione-Giorgia Maltese-Beatrice Tosi e Francesca Pinesich hanno gareggiato nel quattro senza e nel quattro di coppia portando a casa due quinti posti, migliorando molto le loro prestazioni tecniche d'inizio stagione. Matteo Bertotti e Tiziano Prelazzi, nel singolo ragazzi, si sono fermati ai recuperi. Nella categoria Under 23, buone le prove degli atleti triestini. Alessandro Mansutti e Federico Duchich con Andrea Kiraz al timone si aggiudicavano il terzo posto  nel 2 con, gara vinta da Vincenzo Abbagnale che quest'anno è rientrato nelle file della Canottieri Stabia. Mansutti e Duchich nella gara del due senza giungevano a ridosso del podio con un quarto posto. Medaglia di bronzo anche per Elena Waiglein- Giorgia Lonzar- Silvia Verrone ed Alessia Ruggiu, che ancora juniores hanno gareggiato nel quattro di coppia Under 23. Le stesse sono giunte quinte nel quattro senza. Nicolò Forcellini nel singolo ha dato prova di una costante crescita tecnica e fisiologica. L'atleta triestino, che studia a Londra, ha raggiunto la finale del singolo Under 23 Pesi Leggeri superando atleti di caratura mondiale. Buono il suo settimo posto nella finale. Forcellini assieme a Federico Parma-Andrea Ferrari e Giovanni Glionna (gli ultimi due ancora juniores) nella gara del quattro senza Pesi Leggeri Under 23 si sono piazzati al quinto posto in una gara molto combattuta. Leggi tutto Condividi
+Copia link
STELIO BORRI – Un pilastro dello Sport 09 Giugno 2013 - Gianni Verrone Il presidente del CONI Giovanni Malagò ha conferito lo Stemma d'oro del CONI al ns. socio Stelio Borri come riconoscimento per l'ottimo lavoro svolto nei tanti anni di carriera nel mondo sportivo. Congratulazioni vivissime da parte del Circolo Canottieri Saturnia. Leggi tutto Condividi
+Copia link
Un bel gesto 08 Giugno 2013 - Gianni Verrone E' un piacere comunicare che la ditta "BrezziLegni" (hobbistica ed articoli vari per rifiniture ed arredi), nella persona del titolare sig. Costantino, ha omaggiato il C.C.Saturnia di un gommone nuovo completo di accessori. Ringrazio sentitamente a nome del Circolo ed dello staff tecnico che ne usufruirà per seguire con l'attenzione di sempre i piccoli e grandi atleti di oggi e di domani. Leggi tutto Condividi
+Copia link
Martina Orzan in primo piano sul Sito della Federazione 09 Aprile 2013 - Gianni Verrone PIEDILUCO, 07 aprile 2013 - Tra gli atleti che hanno lasciato il segno nel canottaggio italiano c’è sicuramente Martina Orzan, classe 1971. L’atleta triestina ha disputato diversi campionati del mondo. Era presente ai Giochi di Atlanta ’96 dove, assieme a Lisa Bertini, ha raggiunto il quarto posto nel doppio pesi leggeri. Moltissimi i titoli italiani all’attivo. Oggi è direttore sportivo del Circolo Canottieri Saturnia di Trieste.   Come mai ha smesso l’attività agonistica? “Ho smesso principalmente per motivi fisici. Gareggiare tra i pesi leggeri quando si è un metro e ottanta è molto pesante. Nonostante l’allontanamento dall’attività agonistica, però, mi sono mantenuta vicino al mondo del canottaggio. Sono stata infatti in Consiglio Federale fino al 2004. Ma al di là dei ruoli istituzionali e dirigenziali, dal mondo del canottaggio non mi sono mai allontanata col cuore. Ho sempre mantenuto un legame molto forte: ho seguito gli eventi, ho conservato contatti con tante ragazze con cui ho remato e che, purtroppo, ora stanno smettendo”.   Di cosa si sta occupando in questo momento, in riferimento all’ambito remiero? “Adesso sto imparando a fare il Dirigente di società (nel Circolo Canottieri Saturnia ndr).Un’attività alla quale ho deciso di dedicarmi con responsabilità e nella quale credo profondamente. In questo senso il mio impegno all’interno del Circolo Saturnia è a trecentosessanta gradi. Ovviamente quello che posso dare deriva dalla mia esperienza, prima come atleta poi a livello istituzionale. Cerco di avvicinarmi quotidianamente ai ragazzi per comprendere il loro punto di vista che di certo è diverso da quello che avevo io alla loro età, perché allora il canottaggio era completamente differente”   Scendendo più in dettaglio, cosa trova sia cambiato rispetto ad allora? “Principalmente mi riferisco alla mentalità. Faccio l’esempio del settore femminile. Oggi c’è una quantità di ragazze che non avevo mai visto. Un gruppo straordinario in continuo movimento. Anche ai miei tempi la squadra junior era consistente, ma poi passando alle categorie senior in parecchie smettevano. Difatti noi eravamo soltanto sei pesi leggeri. Anche per la categoria senior c’erano poche atlete. Oggi mi sembra che ci sia tutt’altra impostazione, una diversa mentalità e devo dire che, personalmente, apprezzo molto il tipo di lavoro che si sta portando avanti”.   Cosa manca al settore femminile italiano in questo momento? “È evidente che manca un risultato olimpico perché nei mondiali i risultati sono stati raggiunti. Sono arrivate medaglie che noi, al tempo, non avevamo ottenuto. Ripeto, ci manca la medaglia olimpica”.   Come vede oggi il canottaggio italiano nel suo insieme? “Il canottaggio italiano sta attraversando una fase di grande cambiamento. Le gestioni che si sono alternate sono profondamente differenti. Ora bisognerà vedere come i ragazzi reagiranno. È difficile fare delle previsioni, saranno via via i risultati ad offrirci risposte esaustive. La motivazione sicuramente c’è, quella l’ho vista. Una motivazione certamente rafforzata con il nuovo avvio di gestione che ha indotto molti atleti a rimettersi in discussione e a rimettere in mostra il proprio valore”.       Leggi tutto Condividi
+Copia link
PRIMO MEETING NAZIONALE 2013 PRIMO MEETING NAZIONALE 2013 07 Aprile 2013 - Gianni Verrone PIEDILUCO 5-7 APRILE  Iniziata nel segno dei uno splendido arcobaleno la stagione agonistica nazionale per il canottaggio. Il consiglio federale presieduto da Giuseppe Abbagnale riporta sul lago Piediluco, bacino acqueo che alimenta la cascata delle Marmore, la sede delle squadre nazionali. Un primo meeting molto intenso, con 82 gare la domenica, che ha rivisto l'inserimento nella programmazione una serie di gare denominate “tRio 2016” comprendenti tre gare per ogni giornata , combinazione già in essere durante la precedente  gestione La Mura,  per valutare gli atleti selezionati dai vari responsabili di settore al fine di creare le squadre nazionali per la stagione 2013 . Presente alla manifestazione il Circolo Canottieri Saturnia guidata dal tecnico Spartaco Barbo, responsabile anche del settore Under 23 della squadra nazionale, con circa 20 atleti. Tre gli atleti selezionali per “Trio 2016” : Alessandro Mansutti e Federico Duchich per la categoria UNDER “ e Lorenzo Tedesco per i Pesi Leggeri. Nella giornata d'apertura Mansutti e Duchich ottengono il secondo posto nel due senza tra gli UNDER 23 ed il primo posto nell'otto. Nella giornata di domenica terzo posto nel quattro senza e terzi (primi tra gli UNDER 23) nell'otto con al timone dal Andrea Kiraz.. Lorenzo Tedesco nella categoria Pesi Leggeri vince, dopo una gara spettacolare, l'otto battendo l'imbarcazione azzurra più titolata; la domenica secondo posto nel quattro senza e quinto nell'otto (secondo tra i pesi leggeri). In evidenza alla gara nazionale il quattro di coppia categoria RAGAZZI di Zollia assieme a Flego-Prelazzi-Chiostergi (primo anno nella categoria)  giunti terzi . Buona prestazione per Simone Ferrarese che assieme a Iacopo Palma conquista la vittoria nel due senza seniores e danno una buona prova nel quattro senza giungendo quarti. Federico Parma e Nicolò Forcellini giungono quarti nel doppio pesi leggeri , a pochi centesimi dalla terza posizione. Nel singolo pesi leggeri quarto posto per Forcellini  nella finale A. Elena Waiglein e Giorgia Lonzar nella categoria juniores conquistano il quinto posto nella finale del doppio juniores, ed il primo e secondo posto nella finale B del singolo juniores. Giorgia Maltese e Giovanna Piccione concludono al 5° posto nella finale B nel doppio ragazze. Maltese e Piccione assieme ad Alessia Ruggiu e Silvia Verrone portano a casa un 4 posto nel quattro di coppia juniores. Negli juniores secondo posto per Ferrari, Gortan assieme ad atleti di Canottieri Firenze e canottieri Limite con al timone Andrea Kiraz. da Piediluco Martina Orzan Direttore Sportivo C.C. Saturnia   Leggi tutto Condividi
+Copia link
Un esempio per tutti noi 24 Marzo 2013 - Gianni Verrone Nei giorni scorsi abbiamo perso un grande uomo di Sport, di Diritto e di Onestà intellettuale. Pietro Mennea Ho sempre seguito le sue gesta sportive prima e la sua attività professionale più tardi quando ha messo a disposizione del mondo del Diritto Internazionale le sue lauree e le sue competenze. E' sempre stato lontano dai riflettori e da "facili" incarichi federali, non glieli hanno mai offerti in quanto forse troppo pulito per gli affari di palazzo che troppo spesso si sono confusi con le pratiche del doping. Di lui ricorderò sempre la vittoria olimpica a Mosca nel 1980 quando dalla 5° posizione dopo i primi 100 metri ha vinto di un soffio l'oro olimpico nei 200 metri. Quando recentemente gli hanno chiesto se guardando alla sua attività avrebbe cambiato qualcosa, ha semplicemente risposto:  "Sì mi sarei allenato ancora di più con ancora più impegno e più cattiveria agonistica" Le sue gesta, il suo impegno, la sua onestà a mio parere incarnano l'essenza dei valori sportivi e di vita che possono essere un esempio per tutti noi. Leggi tutto Condividi
+Copia link